Gentile visitatore, di seguito l’intervista che il nostro importante partner russo Henderson ha svolto insieme al presidente del Gruppo Paolo Drago:

Quali sono le tre cose che ama di più dell’Italia?

La prima cosa alla quale difficilmente un italiano puù rinunciare è il caffè espresso. Per me è un simbolo del Bel Paese, grazie anche ai suoi diversi modi di essere bevuto, ovvero lungo, corto, macchiato caldo o macchiato freddo oppure con un goccio di liquore. L’espressione più lampante della nostra capicità di unire in un unico prodotto varietà e qualità. Ho girato tutto il Mondo per lavoro o per piacere, ma i paesaggi che formano il nostro stivale sono unici, Dalle cime del Monte Bianco fino alle bianche spiagge della Sardegna, passando attraverso le nostre meravigliose campagne fino alle magnifiche città storiche che hanno fatto grande l’Italia nei secoli passati.  la capacità artigianale che il nostro paese sa offrire, regalando veri e propri capolavori sia in campo imprenditoriale, che artistico.

Come definirebbe lo stile italiano?

Gli Italiani sono molto attenti alla qualità dei prodotti e ossessionati dalla cura dei dettagli. Questo rende lo stile italiano unico ed elegante. Un abito realizzato con un tessuto di qualità  rappresenta al meglio il nostro stile, enfatizzato da una confezione fatta su misura. Tale combinazione ci permette di ottenere

un capo dalle linee molto naturali, morbido, capace di seguire le linee del corpo. Un tessuto di alta qualità ha colori belli e brillanti che non possono esser ottenuti con una stoffa povera. Alla fine ogni dettaglio conta, niente è lasciato all’improvvisazione, anche il modo di cucire un singolo bottone. Questo è lo stile italiano, perfezione, cura e qualità.

Lo stile italiano varia da regione a regione?

Collegandomi alla domanda precedente, tutti gli italiani hanno l’ossessione per l’alta qualità e la cura dei dettagli. Approfondendo, ci sono alcune differenze notevoli da regione a regione. Si può facilmente trovare un abito di Solaro a Milano ma difficilmente lo si vedrà a Roma. Al nord gli abiti sono più costruiti mentre al sud gli uomini preferiscono capi principalmente decostruiti. Queste differenze però sono molto difficili da notare per uno straniero, mentre risultano molto più chiare per un italiano.

Quali sono le caratterisitche che rendono l’uomo italiano sempre alla moda agli occhi del mondo? È una storia vecchia e lunga, fatta di regole osservate e di regole infrante. Lo stile italiano ha alcune regole fondamentali che devono essere seguite e altre regole che possono esser ignorate ma sempre attraverso il buon gusto (c’è una parola italiana per definirlo, è «sprezzatura»). Ad esempio: non indossare mai i calzini corti ma combina pure una giacca sportiva di lino con pantaloni di flanella leggera, non abbinare mai la cravatta con il fazzoletto da taschino ma indossa tranquillamente un paio di scarpe di pelle scamosciata marroni con un abito blu. Questa è  l’arte di creare un insieme, fatto di buon gusto e cura dei dettagli, il tutto osservando alcune regole fondamentali e infrangendone altre sempre seguendo la propria personalità.

Come uno straniero può essere alla moda in italia? Domanda sbagliata: se si vuole essere eleganti si deve esserlo sempre, in qualsiasi paese ci si trovi. L’eleganza è qualcosa che si apprende di giorno in giorno, deve essere costruita seguendo la propria personalità e i propri gusti, fino a che non si arriva al giorno in cui indosserai una cravatta senza pensare a come abbinarla con l’abito e la camicia e a quel punto il look sarà fantastico. L’eleganza ha bisogno di apprendimento, non importa dove ti trovi.

Quali sono le tre cose, che l’uomo italiano ha nel proprio guardaroba? Assolutamente un abito blu (così si può usare anche solo la giacca come blazer), una camicia bianca e un paio di jeans di alta qualità.

Quali sono le tre cose che ogni uomo deve avere con sè durante un viaggio? Mai minimizzare il proprio bagaglio quando si viaggia, soprattutto se lo si fa per lavoro. Il vero businessman deve sempre avere l’abbigliamento appropriato in ogni situazione. Mai dimenticare almeno un paio di abiti fatti su misura, una giacca sportiva, una serie di camicie da poter indossare con cravatta o senza. Soprattutto deve sempre avere un  aspetto fresco e ordinato, per questo è consigliabile realizzare abiti contessuti multifunzionali (trattamenti anti-piega e antimacchia).

Quante cose l’uomo di oggi deve avere nel suo guardaroba? Un guardaroba minimal non potrà mai aiutare nessuno ad essere elegante, Alcuni abiti devono essere sempre presenti nel guardaroba di un uomo come il blu scuro unito, alcuni mélange grigi, sharkskin e flanella. Per l’estate è bello avere almeno un abito in cotone e uno in tela di lino, meglio se in colori pastello. È importante avere anche un paio di giacche ricercate, in modo da essere portate durante occasioni più informali

Quale è il Suo consiglio di stile, quando deve comprare un abito in negozio? Il primo approccio è sicuramente un’analisi visiva del tessuto, che deve essere brillante e mai lucido. Il secondo step è un processo tattile, bisogno toccare il tessuto che deve essere morbido ma anche con un corpo e una buona performance. infine la vera prova del capo ci consente di apprezzare una costruzione una costruzione morbida e leggera, evitando interni rigidi e pesanti, spalline e fodere invadenti.

Quale è il Suo consiglio di stile? La cosa migliore che mi sento di consigliare è di creare una propria personalità anche nel modo di vestire.Potrebbe avvalersi di regole guida predefinite mixate con un po’ di stravaganza. Inoltre si può essere più classici o più alla moda, ma mai mescolare troppo i due stili, antrimenti si rischia di perdere credibilità.   .